Il Manuale dei Diritti sbarca anche su Twitter

Schermata 2014-01-23 alle 14.20.32

Per chi non lo sapesse, il Manuale da qualche giorno è sbarcato sui social network. Più precisamente su Twitter, dove sono stati lanciati due hashtag di riferimento per chi vorrà seguirci: #manualediritti e #undirittoalgiorno.

Il primo ‘cancelletto’ servirà a selezionare tutte le informazioni riguardanti il viaggio delle presentazioni del Manuale in giro per l’Italia e tutte le informazioni riguardanti il Manuale a 360°.

Il secondo ‘cancelletto’, invece, sarà lo spunto per lanciare una tematica al giorno attraverso la citazione di uno dei 67 autori che hanno contribuito alla costruzione di questa grande antologia, proprio perché questo testo è un continuo work in progress verso la realizzazione di un mondo migliore «desiderabile, auspicabile, possibile».

Advertisements

Lo slow reading del Manuale dei Diritti a Firenze: «Non leggetelo tutto di fila»

Lunedì 20 gennaio 2014 – alla Società Dante Alighieri di Firenze – si è tenuta la presentazione del volume a cura di Paola Severini Melograni e Chiara Di Stefano, Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili (Mondadori). In una meravigliosa cornice di pubblico hanno partecipato Paola Severini Melograni insieme al dott. Alessandro Masi e all’Onorevole Valdo Spini.

Nel corso della presentazione si sono sviscerati diversi temi del Manuale attraverso letture e commenti, approfondendo in particolar modo i cosiddetti Diritti Paradossali, che come ha ammesso Antonietta Fontana della ‘Dante Alighieri’: «E’ fondamentale che vengano rispettati, perché a differenza degli altri Diritti possono davvero cambiare la vita».

Tra i numerosi interventi dei relatori, vanno ricordati quello di Spini sul tema della libertà religiosa e quello di Masi sul concetto di slow reading legato al Manuale: «Compratelo, ma non leggetelo tutto di fila. Approfondite i diritti che vi interessano e vi appassionano. E’ un libro da sfogliare ogni qualvolta si senta il bisogno».

In conclusione, oltre alla lettura del Diritto alla Felicità di Giulio Andreotti, è stato fatto un omaggio a due personaggi scomparsi recentemente: Arnoldo Foà con il suo Diritto al Teatro e il maestro Claudio Abbado per il quale è stato letto il contributo di Gianluigi Gelminetti Conquistiamo il diritto alla musica.

Il Manuale dei Diritti a Torino: «Necessario ritrovare il senso della catena di comunità»

Mercoledì 15 gennaio al Circolo dei Lettori di Torino si è svolta la presentazione del volume a cura di Paola Severini Melograni e Chiara Di Stefano, Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili (Mondadori). Hanno partecipato all’incontro – oltre alla curatrice Paola Severini – la condirettrice del ‘Nostro Tempo’ Mariapia Bonanate e il fondatore del Sermig Ernesto Olivero. Ha moderato l’incontro Eugenio Giannetta.

La serata di presentazione si è aperta con il commovente ricordo dell’indimenticabile Arnoldo Foà, che la giornalista Paola Severini ha voluto salutare attraverso la lettura di due brani: il contributo del 2011 per il Manuale, intitolato “Il teatro è un servizio” e “Autobiografia di un artista burbero” (Sellerio). «Ho desiderato sempre di essere amato. Amato nel senso che mi piace vedere il sorriso negli occhi di chi mi guarda». Questo è il punto di partenza da cui prende la parola Mariapia Bonanate per introdurre il diritto alla salute: «Senza questo diritto non potrebbero essercene tanti altri, ma il singolo da solo non ce la può fare, è necessario ritrovare il senso della catena di comunità». Non potevano esserci parole più giuste per introdurre il diritto di Ernesto Olivero, il più bello e genuino tra tutti: “Diritto a fare felici gli altri” (Art. 18 dei Diritti Paradossali). «Sono venute da me persone di ogni genere a chiedere aiuto. Non ho particolari talenti, ma di fronte a una richiesta d’aiuto che cosa avrei potuto fare?». Citando un estratto del suo contributo: «Da soli non ce la facciamo, insieme è possibile. E’ questa la felicità! Un diritto, certo, ma soprattutto un dovere».

Il viaggio per l’Italia del Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili prosegue lunedì 20 gennaio 2014, alle 17.00, alla Società Dante Alighieri in via Gino Capponi 4 a Firenze. Parteciperanno Paola Severini Melograni insieme alla Senatrice Rosa Maria Di Giorgi, al dott. Alessandro Masi e all’Onorevole Valdo Spini. Torino, invece, sarà nuovamente meta di presentazione con la partecipazione al prossimo Salone del Libro.

Presentazione alla Società Dante Alighieri di Firenze del Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili

Invito Firenze-page-001

Si terrà lunedì 20 gennaio 2014, alle 17.00, alla Società Dante Alighieri in via Gino Capponi 4, la presentazione del volume a cura di Paola Severini Melograni e Chiara Di Stefano, Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili (Mondadori).

Parteciperanno Paola Severini Melograni insieme alla Senatrice Rosa Maria Di Giorgi, al dott. Alessandro Masi e all’Onorevole Valdo Spini.

I diritti umani, quelli sanciti da Carte o Dichiarazioni, sono sacrosanti, inviolabili, ma non immutabili: anch’essi evolvono, e nella sensibilità collettiva se ne aggiungono di nuovi, o si arricchiscono di nuove sfaccettature. Quali sono i diritti fondamentali e desiderabili degli anni Duemila?

Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili, AA. VV., a cura di Paola Severini Melograni, 2013 Mondadori, pp. 263, euro 11,00.

Presentazione al Circolo dei Lettori di Torino del Manuale dei Diritti Fondamentali e desiderabili

Si terrà domani, 15 gennaio 2014, alle 18.00, al Circolo dei Lettori in via Bogino 9, la presentazione del volume a cura di Paola Severini Melograni e Chiara Di Stefano, Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili (Mondadori).

Parteciperanno Paola Severini Melograni insieme agli autori Maria Pia Bonanate ed Ernesto Olivero.

I diritti umani, quelli sanciti da Carte o Dichiarazioni, sono sacrosanti, inviolabili, ma non immutabili: anch’essi evolvono, e nella sensibilità collettiva se ne aggiungono di nuovi, o si arricchiscono di nuove sfaccettature. Quali sono i diritti fondamentali e desiderabili degli anni Duemila?

Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili, AA. VV., a cura di Paola Severini Melograni, 2013 Mondadori, pp. 263, euro 11,00.