Lo slow reading del Manuale dei Diritti a Firenze: «Non leggetelo tutto di fila»

Lunedì 20 gennaio 2014 – alla Società Dante Alighieri di Firenze – si è tenuta la presentazione del volume a cura di Paola Severini Melograni e Chiara Di Stefano, Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili (Mondadori). In una meravigliosa cornice di pubblico hanno partecipato Paola Severini Melograni insieme al dott. Alessandro Masi e all’Onorevole Valdo Spini.

Nel corso della presentazione si sono sviscerati diversi temi del Manuale attraverso letture e commenti, approfondendo in particolar modo i cosiddetti Diritti Paradossali, che come ha ammesso Antonietta Fontana della ‘Dante Alighieri’: «E’ fondamentale che vengano rispettati, perché a differenza degli altri Diritti possono davvero cambiare la vita».

Tra i numerosi interventi dei relatori, vanno ricordati quello di Spini sul tema della libertà religiosa e quello di Masi sul concetto di slow reading legato al Manuale: «Compratelo, ma non leggetelo tutto di fila. Approfondite i diritti che vi interessano e vi appassionano. E’ un libro da sfogliare ogni qualvolta si senta il bisogno».

In conclusione, oltre alla lettura del Diritto alla Felicità di Giulio Andreotti, è stato fatto un omaggio a due personaggi scomparsi recentemente: Arnoldo Foà con il suo Diritto al Teatro e il maestro Claudio Abbado per il quale è stato letto il contributo di Gianluigi Gelminetti Conquistiamo il diritto alla musica.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s